Il nuovo Webjob è online

Dopo anni che ci provavo finalmente sono riuscito ad imparare, almeno in parte, un nuovo linguaggio di programmazione. Come conseguenza mi sono ritrovato nella posizione di dover per forza trovare qualcosa da realizzare per fare un po di prove, perciò dopo i primi test seguendo i tutorial ho pensato che il mio servizio semi-abbandonato Webjob avesse tutte le caratteristiche necessarie per rendere il gioco interessante senza essere troppo complesso.

Grazie al framework CodeIgniter ho potuto realizzare una perfetta replica di ciò che era in meno di 2 settimane, alla fine della terza avevo aggiunto anche il sistema di gestione utenti e un pannello dashboard/admin, notifiche via email automatiche e possibilità di modifica degli annunci.

Niente di assurdo, anzi, direi che di strada ne ho ancora moltissima da fare ma come scriverò in un articolo seguente tutto ciò che serve all’inizio è di imparare le base, cosa è necessario e quali sono le procedure classiche per realizzarlo nel modo più corretto possibile.

Il perchè ho scelto PHP deriva dal fatto che lavorando quasi tutti i giorni con WordPress il passaggio ad un altro framework che utilizza la stessa nomenclatura e sintassi mi è stato più semplice. Esistono delle risorse incredibili dedicate ad esempio a Ruby, roba che PHP si sogna, e a quanto dicono è molto più comprensibile come codice ma ci ho provato e riprovato e sono giunto alla conclusione che o si è naturalmente portati o bisogna partire con una specie di lavagna bianca mentale, se hai già, negli anni, assorbito e metabolizzato la logica di funzionamento di un linguaggio non riesci a farne convivere due insieme, almeno questo penso sia applicabile a chi come me non nasce sviluppatore.

Per ora le funzioni essenziali su Webjob ci sono tutte e vi invito a provarlo, o riprovarlo, per farmi sapere cosa ne pensate, inoltre visto che ora non ho più le restrizioni che avevo prima ogni consiglio è ben accetto.







Comments are closed.